Dudeismo e il Matrimonio Interreligioso

La posizione del Dudeismo sui matrimoni tra appartenenti a religioni diverse è che non c’è nessun problema se un Dudeista sposa una Buddista, o una Cattolica, o quant’altro. Il Dudeismo è piuttosto tranquillo praticamente su qualsiasi cosa, tranne i molestatori.

Anche se ci sono religioni che obbligano i propri membri a sposare solo appartenenti allo stesso culto, oppure a cambiare religione per sposare un fedele il Dudeismo non è proprio una di queste. Un Dudeista può sposare chi vuole anche se ovviamente siamo più vicini come ipotesi su come funziona l’Universo ai nostri colleghi Taoisti, Buddisti e simili religioni. Gente con la mente parecchio flessibile, e rilassata.

Nel Dudeismo c’è libertà praticamente su tutto, basta rispettare le tre regole fondamentali e ovviamente rispettare gli altri e i loro diritti. Nessun Dudeista vi chiederà mai di abbandonare la vostra religione, ma ovviamente se guardate male chi si beve una birra o si mangia un hamburger o una costa di maiale allora qualche difficoltà può esserci. Per sposare un Dudeista bisogna per forza di cose essere rilassati e flessibili, e comunque anche per vivere decentemente, come insegna il Dude.

Come ha detto una volta uno più saggio di me il Dudeismo è compatibile con qualsiasi religione che viene arricchita dall’approccio Dudeista all’esistenza, il nostro punto di vista per così dire, un Dudeista può sposare chiunque ma sfortunatamente non tutti possono sposare un Dudeista, se mi sono spiegato bene. Come chiunque altro noi pensiamo che la nostra filosofia spirituale sia quella più corretta, e sicuramente quella più rilassata, ma non ci penseremmo mai a convertire qualcuno con la forza o obbligando in qualche modo. Anzi, noi neanche convertiamo. Sarebbe troppo stancante.

Mantenete la mente flessibile Dudes! E sposatevi con chi vi pare.

Cosa fa una Religione?

Domanda interessante, che cosa fa una religione. Di base una religione non è altro che un comune punto di vista sul funzionamento dell’Universo, cioè un certo numero di persone condividono la stessa idea su come è organizzato l’Universo e quindi hanno la stessa religione. O la stessa teoria scientifica che è più o meno lo stesso.

Magari non è così per tutti ma secondo me è una buona descrizione. Ora, le religioni si possono dividere in due categorie: quelle che seguono una fede e quelle che seguono un’ipotesi.

Fede è credere, o voler credere, in qualcosa che di solito non può essere dimostrato o magari non c’è nemmeno l’interesse a dimostrarlo. L’Universo è fatto così, credici e se ti sembra strano non importa che tanto è una questione di fede, se sei un buon credente è così, sennò sei un miscredente e finirai nell’Inferno del Dragone Untuoso, come in Grosso Guaio a Chinatown. Molte “Grandi Religioni” appartengono a questa categoria dove un particolare gruppo di persone è depositario della “verità” e il resto dei credenti devono seguire le istruzioni fornite.

Avere un’ipotesi invece significa avere un’idea basata sull’osservazione delle regole della natura, magari applicandoci un pò di logica. La fede non c’entra niente e se per caso l’ipotesi risulta sbagliata viene modificata. Non ci sono dogmi o cose simili. Il Dudeismo, come il collega Taoismo e il cugino Buddismo appartengono a questa seconda categoria.

Osservando l’Universo si cerca di estrapolare delle regole fondamentali che ne spieghino il funzionamento cosicchè seguendo e applicando queste regole sia possibile vivere una vita migliore. Per vedere all’opera lo Yin e lo Yang dell’esistenza basta guardare bene. Noi Dudeisti abbiamo ipotesi o punti di vista, ma niente fede. Fiducia nel Tao invece sì.

Comunque ognuno è libero di credere in ciò che vuole, perchè alla fine ogni uomo si sceglie la propria religione a seconda di quella che gli piace di più e che ha valori più simili ai suoi. L’importante è essere flessibili e non agitare ferri quando qualcuno non è d’accordo con la nostra opinione. Chiaro che un pò di logica e ragionamento stanno bene ovunque.

Alla fine Dudes, la religione è solo un’opinione. Mia, vostra o loro. Ma se una religione non aiuta a vivere meglio adesso, oggi, e a morire con un sorriso sulle labbra allora forse è il caso di guardare da un’altra parte.