La Volontà di Dio – Dio lo Vuole

crusades
Image via Wikipedia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ieri sera ho riguardato il film Le Crociate, detto anche Kingdom of Heaven in Inglese e siccome probabilmente ero nello spirito giusto le frasi Volontà di Dio e Dio lo Vuole mi hanno colpito più del normale. Quanta gente è stata ammazzata, viene ammazzata e sarà ammazzata per ottemperare la volontà divina? Quanta Dudes?

 

Non so se è un caso ma nel film i due personaggi più fastidiosi sono il Mullah e il Vescovo, a parte quel nichilista del Prete Cattolico, e non Cristiano, all’inizio del film. Ovviamente il film non è totalmente storico però i due personaggi religiosi principali sono veramente un fastidio. Il Mullah non fa altro che dire ogni cinque minuti “ma hai promesso questo, ma hai promesso quest’altro, è la Volontà di Dio” salvo poi restarsene ben al sicuro lontano dai combattimenti. L’altro che per sua sfortuna nei combattimenti è preso dentro cerca solo di scappare fregandosene del destino di Gerusalemme e dei suoi abitanti. Un bell’esempio eh? Uno fifone e l’altro guerrafondaio ma entrambi pronti a starsene in disparte per non rischiare la vita. Strano perchè non dovrebbero vedere l’ora di vedere e parlare con Dio. Proprio strano Dudes.

 

Parlano della Volontà di Dio ma stanno ben attenti a non incontrarlo prima del tempo. E sì che se Dio lo Vuole realmente allora non c’è nessun pericolo per i veri credenti giusto? Si possono attraversare indenni le fiamme dell’Inferno e via di questo passo. Strano che non si diventi anche immortali. E allora come mai questi personaggi sempre pronti a dire agli altri cosa fare e cosa Dio vuole da loro non sono in prima linea quando i fulmini colpiscono?

 

E poi, come fanno a sapere qual’è la Volontà di Dio? Seriamente quando uno dice Dio lo Vuole come fa a saperlo? Dio gli ha parlato? Questi uomini che predicano e dicono di avere un rapporto speciale col Buon Signore come comunicano con Lui? Come ricevono istruzioni? E perchè Dio parla con loro e non con tutti? Come cavolo funziona? Dove si compra quel cellulare a trasmissione universale? Nel senso che si può comunicare al di fuori o fino ai confini dell’Universo. Ripeto, a costo di essere noioso, come comunicano con Dio?

 

Leggendo o interpretando o traducendo libri scritti da uomini come loro. I libri non si scrivono da soli, è sempre un uomo che dà inizio a una religione così come è un uomo quello che la predica o la segue. Usando Dio come una specie di paravento. Ora, il Dudeismo non si pone il problema, che Dio esista o no non si può nè dimostrare nè negare e quindi non ha senso porsi la domanda e sprecare tempo cercando la risposta, si vedrà quando avremo percorso il nostro sentiero fino alla fine. Certo noi non abbiamo soldi da avere o perdere in entrambi i casi quindi per i Dudeisti è più semplice. E non ci frega niente nemmeno del potere.

 

Per farla breve quando qualcuno vi dice che qualcosa è la Volontà di Dio o che Dio lo Vuole in realtà vi sta dicendo cosa vuole da voi un uomo, o uno che ha scritto un libro migliaia di anni fa o uno che è vivo oggi. Dio non parla con nessuno e quindi nessuno può conoscere quello che vuole perchè non ha semplicemente senso che interferisca con il libero arbitrio delle persone, non siamo mica pedine di una partita di scacchi cosmica, e neanche birilli di una partita a bowling. Altrimenti interverrebbe anche quando ci sono massacri in giro per il mondo o è uno che si diverte a vedere sofferenze e tristezza?

 

Ma per favore! E’ solo che usare Dio per accumulare ricchezza e potere è sempre stato utile perchè si trova sempre qualcuno che ci crede e segue le direttive. Oltretutto aiuta a tenere la gente in riga perchè chi andrebbe contro il volere di Dio? Quindi ottimo per avere persone che se ne stanno zitte, obbedienti e che aprono il portafogli in cambio di una qualche specie di vantaggio tipo poter considerare le donne come oggetti, o poter dar sfogo ai propri istinti animaleschi o ancora essere perdonati per vari peccati. Motivo per cui in molti diventano religiosi poco prima della fine.

 

Io non so quale sia l’eventuale Volontà di Dio, so che forse uno di quelli che ci si sono avvicinati di più è il Buon Gesù, che infatti è stato eliminato subito. E scommetto che oggi farebbe la stessa fine, ma secondo me nemmeno lui parlava con Dio. Così come altri cosiddetti illuminati tipo Buddha, erano persone più avanti degli altri o forse veramente più illuminati ma alla fine erano solo uomini, come me e voi. E di sicuro non si offenderebbero per le mie parole, loro.

 

Chi vi parla della Volontà di Dio in realtà vi parla della sua volontà o riporta quella di qualcun’altro. E questo Dio non lo vuole. Dannati nichilisti e veri reazionari che trasformano la religione da una cosa utile per vivere meglio e avere un’ipotesi su come è organizzata la pista da bowling cosmica a  uno strument per opprimere, avere potere e ricchezze. Ma è la volontà degli uomini, il Buon Signore, se c’è, non c’entra per niente. E di sicuro apprezzerebbe un uso più estensivo della logica e del buonsenso. Altro che Volontà di Dio, è la volontà degli uomini, spesso di quelli malvagi. Ecco perchè i dannati aerei si schiantano sulle montagne, in gergo Dudeista.

 

Noi, per quanto ci riguarda, dividiamo le persone solo in due gruppi: Dudes e non Dudes, il che rende tutto molto più semplice. E si può pure mantenere la stessa religione o punto di vista di prima, basta essere appunto Dudes, cioè prendere tutto con calma, anche e soprattutto la religione e l’opinione che abbiamo di noi stessi, avere una mente aperta e flessibile, e sopportare serenamente le avversità apprezzando più che si può le cose belle e semplici della vita. Dude Cristiano, Dude Musulmano, Dude Pagano chissenefrega, l’importante è che tu sia appunto Dude.

 

Almeno, questa è la mia personale opinione, e la tua Dude?

 

Enhanced by Zemanta

Religione e Ragione

Non so voi ma io ho sempre pensato che la religione, qualunque essa sia dovrebbe andare di pari passo con l’uso della ragione, se abbiamo una testa e un cervello allora sembra abbastanza ovvio usarli anche per quanto riguarda quello in cui crediamo come visione dell’universo. Delle varie facoltà che abbiamo la logica dovrebbe occupare uno dei primi posti. Se poi guardiamo religione e ragione sono pure parole abbastanza simili e questo non è un caso.

 

Se noi applichiamo la ragione e la logica, o la deduzione, al campo religioso possiamo trarne alcune interessanti conclusioni. Intanto ogni religione esistente è stata inventata da un essere umano, qualcuno che ad un certo punto o perchè sentiva voci nella sua testa o perchè semplicemente aveva trovato una spiegazione a come è organizzato l’universo o perchè aveva scoperto delle regole di vita che permettevano di vivere meglio la commedia umana ha cominciato a diffondere il suo pensiero ed essendo questo condiviso da altre persone si è poi trasformato in una religione, o filosofia spirituale.

 

Le religioni si possono dividere in tre grandi gruppi: quelle che pensano che esiste un solo Dio, quelle che pensano che esistono molti Dei e quelle che seguono una visione più filosofica o spirituale basata sull’osservazione della natura e sul seguire certi comportamenti per ottenerne dei benefici esistenziali, tipo Buddismo, Taoismo e Dudeismo senza porsi il problema se ci sia un Dio o no.

 

Partiamo dal presupposto che ognuno di noi si sceglie la religione in cui credere, magari perchè cresciuto secondo particolari dettami religiosi che quindi sono stati assorbiti e accettati o magari perchè semplicemente c’è una religione che ha delle idee o ipotesi che sembrano particolarmente buone.

Comunque sia è una cosa simile all’andare dal gelataio e scegliere il gusto che ci piace di più. Ognuno sceglie quello che gli va. Ne consegue che una religione è più o meno rigida a seconda delle persone che la compongono; persone rilassate si scelgono una religione rilassata e persone rigide si scelgono una religione rigida e piena di regole da seguire. Di solito questi ultimi sono anche quelli che apprezzano particolarmente le religioni che separano i ruoli delle donne e degli uomini e quello tra credenti e non credenti. Casualmente sono anche le religioni che fanno più danni.

Bisogna anche dire che le persone rigide prendono una cosa magari abbastanza flessibile e la corrompono rendendola rigida, f*****i veri reazionari.

 

Ora io non so se esiste un Dio o no ma appartenendo ad una religione del terzo gruppo e cercando di usare la logica, la ragione e la deduzione vorrei fare una semplice considerazione sperando di non essere poi mandato nell’Inferno del Dragone Untuoso o in quello degli Impiccati a Testa in Giù.

 

Quello che mi ha sempre colpito delle religioni monoteiste, cioè quelle che pensano che esiste un solo Dio che ha creato tutto quello che esiste, è che di solito fanno una netta distinzione tra credenti e non credenti a cui di solito segue, o è seguita in passato, la conseguenza che i non credenti possono essere trucidati tanto non contano non facendo parte degli esseri illuminati o dei prediletti da un qualche Dio. Di solito poi dicono anche che l’uomo è superiore alla donna che deve starsene buona e zitta sperando di avere almeno qualche diritto oltre a un sacco di doveri.

 

L’unico problema è che questo è un controsenso se uno applica la ragione o l’intelligenza a questa teoria. Se esiste un unico Dio allora ne consegue che ha creato tutto quello che esiste: uomini, donne, animali, piante, stelle…… Quindi ha creato sia credenti che non credenti e questo significa che ogni volta che un credente malmena un non credente sulla base di diversi punti di vista religiosi commette un’offesa contro una creatura del suo stesso Dio e quindi offende il suo Dio. Se Dio ha creato ogni cosa allora bastonando un non credente tu vai contro il tuo Dio. E allo stesso tempo se consideri la donna inferiore all’uomo stai andando ancora contro il tuo Dio che ha creato entrambi.

E’ un pò come il discorso del ghepardo e la gazzella: se Dio ha creato entrambi non tiene nè per l’uno nè per l’altro visto che tutti e due sono sue creazioni. Gli esseri umani possono avere una simpatia per l’uno o per l’altro ma dal punto di vista di chi li ha eventualmente creati sono allo stesso livello.

A meno che non viviamo nel parco giochi cosmico di qualcuno che si diverte a metterci gli uni contro gli altri per il gusto di vederci mazzuolare a vicenda.

 

Almeno quelli che credono nell’esistenza di più di un Dio sono più coerenti, se esistono vari Dei può anche essere che cerchino di bastonarsi a vicenda per vedere chi vince, ma se ne esiste solo uno sarebbe come tirarsi una martellata sui gioielli di famiglia e aspettarsi che il dolore lo senta qualcun’altro.

 

D’altra parte nemmeno le filosofie spirituali a volte sono immuni dall’essere rigidi, almeno una volta ho visto in tv due fazioni di monaci buddisti darsele di santa ragione con buona pace degli insegnamenti del Buddha; è vero che è un caso molto raro però dimostra come l’essere rigidi può rovinare qualsiasi cosa.

 

Ora, qual’è il punto di questo sproloquio? Semplicemente che le religioni monoteiste che credono nell’esistenza di un unico Dio non hanno nessun ragionevole motivo per suddividere il mondo tra credenti e non credenti magari poi bastonando i secondi. Essendo tutto ciò che esiste una creazione dell’unico Dio allora ogni volta che un credente aggredisce un non credente sulla base che non avendo le stesse opinioni religiose questa è una cosa corretta o giusta sta aggredendo una creatura dell’unico Dio ( il suo unico Dio ) e quindi va contro il suo stesso Dio. Stesso ragionamento se si ritiene superiore alla donna.

Ovviamente questo non vale se uno si ritiene così tanto importante che il suo Dio ha creato il mondo intero solo per servirlo e per fargli da parco giochi. Peccato che dal punto di vista della pista da bowling cosmica e nello specifico della terra l’intera razza umana valga meno di un singolo alveare di api. Le api sono necessarie per la vita mentre l’intera razza umana no, almeno dal punto di vista della terra, perchè Dio o non Dio senza alberi non ci sarebbe la vita sulla terra, almeno come la conosciamo adesso. Se per il mondo ( e quindi per chi l’ha eventualmente creato ) la razza umana è meno importante o utile di un alveare di api figurarsi quanto può valere un singolo essere umano. Anche se crede che Dio gli parli all’orecchio.

 

La vita non si ferma e poi riparte a vostro comodo, miserabili ………..

 

Picchiarsi, maltrattarsi o uccidersi sulla base di diverse idee religiose è semplicemente assurdo oltre ad essere illogico, irrazionale e irragionevole. Diverso è il discorso se le tue personali idee religiose ti portano ad infrangere i diritti fondamentali altrui, allora mazzuolarti è corretto, visto che oltrepassi la linea e urini sui tappeti degli altri. Ma non è una questione di diverse idee religiose, è che sei un nichilista, o un vero reazionario o semplicemente un urinatore di tappeti altrui che usa la religione come scusa e questo va contro le regole della Lega del Bowling Cosmico.

 

Mi sbaglio?