La Crisi Economica e Perchè

 

Guarda chi ne trae beneficio e capisci chi ci sta dietro. Ovvio no?

 

Siamo in deflazione e gli inutili che siedono sulle poltrone del potere poco o nulla fanno di efficace per risolvere la situazione ed evitare che ogni giorno di più ci siano sempre più persone che devono contare i centesimi. Ovvio, loro l’emolumento lo percepiscono comunque visto che le regole se le scrivono loro e nessuno può metterci becco. E’ come giocare a carte con un baro che decide pure le regole del gioco. Ma chi sono i giocatori?

 

Quando si vuole pelare qualcuno ad un tavolo da gioco serve il pollo, cioè il normale, onesto cittadino, il mazziere compiacente e i bari che fingendo di perdere in realtà poi pelato il pollo se ne dividono le spoglie. Parlando della crisi economica chi ne trae beneficio?

 

Tre giocatori spesso intercambiabili visto che a volte giocano in un campo e a volte in un altro. Lo stato, le banche, le lobbies o grosse aziende, e il mazziere impersonificato dalla criminalità organizzata.

 

Quando c’è povertà diffusa sembra che lo stato sia il primo a soffrirne perchè poco lavoro uguale poche tasse invece se le tasse vengono spostate dal reddito a beni permanenti come la casa o in accise come quelle sulla benzina l’introito per lo stato non solo rimane ma spesso aumenta perchè se non si pagano le tasse lo stato ti porta via, grazie per esempio ad Equitalia, tutto quello che hai. Il guadagno c’è sempre.

 

Per le banche funziona più o meno lo stesso giochino: non paghi le rate del prestito e zac ti sparisce tutto. Siccome gli interessi li paghi all’inizio per la banca è comunque tutto guadagno. C’è un perchè se gli imprenditori si ammazzano per debiti con lo stato e/o le banche: loro sono quelli che ti spennano.

 

I capannoni e le case di chi fallisce secondo te man chi se li mette in tasca per una frazione del valore? Per poi rivenderli quando la crisi economica decidono di farla finire?

 

Per le lobbies o le grosse aziende, che spesso possiedono pezzi delle banche i cui managers spesso poi finiscono nelle stanze del potere dello stato, la povertà diffusa è una manna dal cielo perchè in questo gioco al massacro si possono far diminuire i diritti dei lavoratori con lo spauracchio del licenziamento o della non assunzione. Per chi pensa solo al profitto cosa c’è di meglio che avere una platea di persone più o meno disperatamente in cerca di un lavoro o che non vuole perderlo? Si può giocare al ribasso con gli stipendi, ridurre i diritti e fare in modo che ci si scanni per il famoso pezzo di pane. Basta leggersi la storia americana durante la Grande Depressione e si capisce di cosa parlo. Licenziare come si vuole, bastonare gli scioperanti, far produrre in paesi poveri per moltiplicare i profitti eccetera.

 

Anche la criminalità organizzata ci sguazza nella crisi economica, ed è il motivo per cui in certe zone del paese lo stato non fa nulla di efficace per eliminare la povertà: fornisce una continua manovalanza a basso costo per le attività criminali. Se devi mangiare come ti guadagni il cibo diventa parechio relativo e se c’è povertà diffusa incassare qualche centinaia di euro al giorno spacciando diventa un obiettivo favoloso. Se ti puoi guadagnare da vivere onestamente tutti quelli che non sono nati criminali direbbero no grazie e magari potrebbero mettere i bastoni tra le ruote agli altri e rovinare il business.

 

Guarda per esempio al Messico dove gli statali di alto bordo straguadagnano, gli industriali pure, le banche come sopra e i trafficanti di droga e altro idem. La maggioranza delle persone fa la fame ma i quattro compagni di merende sguazzano nel potere e nella ricchezza. Ci sguazzano appunto perchè la maggioranza degli altri è o povera o ci potrebbe diventare in un attimo.

 

Potere e denaro, sempre la stessa storia perchè la crisi economica c’è, ma non per tutti.

 

Inoltre è più facile far creare ricchezza ad altri e poi portargliela via che non far da sè, è quello che fanno i ladri, in doppiopetto o no.

 

In realtà per uno stato tamponare e superare la crisi economica è parecchio facile. Almeno per uno stato onesto. O per uno stato formato in maggioranza da persone oneste.

 

Si tagliano le spese inutili, e certo non i servizi alla popolazione che con le proprie tasse lo stato lo mantiene, si mandano a casa i dipendenti statali nullafacenti ed in surplus, si riducono le tasse ad imprese e cittadini incamerando quanto necessario ad esempio sfruttando il turismo, si eliminano i lati positivi del terziarizzare la produzione all’estero, eccetera.

 

Niente stipendi niente economia e se il giochino può funzionare un pò alla lunga come si rese conto Luigi XVI se troppa gente ha fame neanche l’Armata Rossa la può fermare. Bè, se ne rese conto pure lo Zar Nicola II.

 

Ora, questa è ovviamente solo la mia opinione ma la prossima volta che senti blaterare di crisi economica e di soluzioni alla stessa guarda chi è che ne parla, per chi lavora, e se dice cose sensate o cavolate per vendere fumo ai polli.

 

E domandati come mai in quasi tutte le città non si vedono più Forze dell’Ordine girare e garantire la sicurezza dei cittadini onesti.

 

Passano i secoli ma i principi universali sono eterni. Come diceva mi sembra Mark Twain se in un anno guadagno 100 euri e ne spendo 99 sono ricco, se ne spendo 101 sono povero. Ma se non ne guadagno o se lo stato se ne porta via la metà o più inventando sempre nuove tasse o imposte o accise slegate dal mio reddito sono ovviamente fottuto.

 

Ricordatene collega la prossima volta che senti qualcuno blaterare della crisi economica. La si può risolvere solo creando posti di lavoro nel paese senza massacrare di tasse chiunque e se questo possa farlo chi ci ha portato alla crisi e ci lascia a sguazzare nel mare marrone bè, ne dubito molto.

 

Sarebbe come chiedere ad un ladro di prendere chi ruba, potrebbe farlo, ma lo farà? Mah!

 

Pasqua, Pasquetta e Grigliate con Parenti e Amici

 

Buone grigliate dude!

 

Pasquetta è una delle mie feste preferite visto che quasi ovunque è tradizione spassarsela con gli amici o i parenti di fronte ad una grigliata in compagnia di varie libagioni che rendono la mente flessibile ed il cuore leggero. Apprezzando la cioccolata non disdegno nemmeno la Pasqua ma Pasquetta vince su tutti i fronti. Certo, magari non è carino ridurre festività tipiche di un’altra religione al puro aspetto alimentare ma essendo Dudeista non dovrei finire all’Inferno. Alla peggio nella mia personale, e spero molto futura, pista da bowling celestiale invece di trovare birra infinita per un periodo mi toccherà accontentarmi di semplice acqua.

 

E poi ogni occasione per stare in buona compagnia va apprezzata e io sono per festeggiare qualsiasi ricorrenza che uno segua la relativa religione o no. Festeggerei pure le festività atee se solo sapessi quando sono. Quindi con rispetto per i Cattolici io mi focalizzo sul lato ludico delle festività.

 

Cambiando discorso a palla: allora dude, come te la passi? Qualcosa di nuovo ha visto la luce oppure tutto va come al solito? Sperando che il solito sia almeno decente.

 

Io tiro avanti ricordandomi, quando Walter non emerge, di adeguarmi sopportando le continue palate di roba marrone che in questo periodo cadono sulla testa di molti perchè prima o poi passeranno. O smetteranno di essere marroni. O qualcosa di simile.

 

Però, essendo i tempi quelli che sono e continuando io ad essere disoccupato e pure over 40, in pratica un morto che cammina, devo anticiparvi che se per Agosto non metto insieme almeno 150 euri dovrò chiudere il sito per scadenza del contratto di hosting. E’ una rogna ma sfortunatamente così stanno le cose. Per questo ho aggiunto la pagina Donazioni e il bottone in alto a destra. Ogni importo è gradito.

 

So che non volete che ve lo dica ma il futuro del sito è nelle vostre mani. Certo, non si tratta di Bunny. E nemmeno io sono Bunny, anche perchè Bunny con la barba non sarebbe un granchè.

 

Ovviamente la mancanza cronica di conchiglie fa sì che il tutto passi in secondo piano o vada al rallentatore, Dudefest compresa. Non sarà bello ma senza conchiglie non si fa nulla visto che il baratto non è comunemente accettato. Non come servirebbe a me almeno.

 

Comunque, farò del mio meglio.

 

Detto questo cari colleghi vedete di spassarvela quanto potete non solo questo weekend ma in generale perchè nessuno di noi sa quanto tempo ci resta e quindi una volta fatto quello che si deve fare meglio divertirsi ed assaporare la vita più che si può. Soprattutto in tempi come questi dove chi dovrebbe fare i nostri interessi invece mira solo a fo***rci in ogni modo possibile.

 

Ovviamente divertitevi responsabilmente e rispettando il tappeto altrui, da bravi dudes.

 

Io per esempio mi dedicherò domenica e lunedì ad assaporare un bel barilotto da 5 litri di birra che mi hanno regalato qualche tempo fa; in un paio di giorni dovrei riuscirci tanto non devo uscire e non devo guidare quindi posso focalizzarmi nel mantenere flessibile la mente che magari qualche buona idea vede la luce. Alla peggio i problemi mi sembreranno molto piccoli e molto distanti, per un paio di giorni può andare. E poi due giorni di grigliate miste richiedono un pò di birra.

 

Ah sì, saranno due giorni favolosi.

 

Buone feste dudes, divertitevi e bisbocciate! Viva le grigliate!

 

E affan**** Nichilisti, Reazionari e quelli come Brandt!

 

Anno Nuovo Vita Nuova. Buon 2014 Dude!

 

Cari colleghi Dudes Buon Anno!

 

Il 2014 si presenta pieno di promesse e dovrebbe essere meglio del 2013. Nel senso che lo scorso anno è stato così da schifo che ci vuole poco a migliorare. D’altra parte può essere anche molto peggio visto che chi governa pare non avere nessuna intenzione di mettere le cose a posto. Bè, se un proverbio dice che “Buon Politico=Cattivo Cristiano” non ci si può aspettare granchè. Quando a chi comanda interessano principalmente potere e denaro sappiamo bene come finisce.

 

Ma bisogna pensare positivamente. E prenderla con calma senza però lasciare che i Nichilisti lancino marmotte nelle vasche da bagno altrui. Perchè va bene essere pacifici ma essere pirla no.

 

Ci sono alcune novità: ho cambiato tema al sito, che spero apprezzerete, e ho aggiunto un pò di pubblicità. So che magari sono un pò un fastidio ma d’altra parte devo pur tentare di racimolare qualche conchiglia no? Non è che posso proprio vivere d’aria o di luce come qualche illuminato racconta. A me servono anche birra e hamburgers quindi, bè, avete capito.

 

E’ stata pubblicata in italiano The Abide Guide che pare si stia diffondendo abbastanza bene ed è una cosa che ci rende felici perchè aiuterà a diffondere la parola del Dude, cosa che appunto favorirà la crescita della nostra amata religione. Da parte mia sto tentando di scrivere con l’aiuto di un collega un manualetto per Dudes e se vi va potreste darmi degli input su cosa ci vorreste dentro. Posso provare ad indovinare quali argomenti affrontare nel Manuale delle Giovani Marmotte Dudeiste ma se me lo dite voi oltre a stancarmi di meno blatero di quello che serve a voi, o ai nuovi reverendi, senza cercare di indovinare.

 

Poi dalle parti di Udine c’è un collega che si sta muovendo per aprire un circolo per Preti Dudeisti, che servirà da test per magari diffondere poi la cosa in giro da altre parti. Se qualcuno è interessato mandatemi due righe o scrivete un commento così il collega non pensa di essere l’unico socio del club. Una volta che la cosa sarà partita e saranno stati valutati input, output, pro e contro si vedrà di allargarsi. Con la dovuta calma. Perchè va bene internet ma per essere utile nella vita vera il Dudeismo va appunto vissuto nel mondo reale ed incontrarsi e cavoleggiare in compagnia di altri reverendi per me è quello che serve. Se per caso conoscete qualcuno della zona interessato ad ospitare, più o meno pro bono cioè a gratis, il club fatemelo sapere. Ovvio che deve essere un collega anche se non è obbligatorio che sia un Prete.

 

C’è poi forse la possibiltà di organizzare un raduno nazionale, che comunque è da valutare a seconda di chi vorrebbe partecipare. Magari in Giugno. E’ inutile sbattersi molto se poi ci si ritrova in quattro gatti, meglio aspettare tempi migliori. Oppure no, mah, si vedrà come si svolgono le cose.

 

Bene, mi pare di aver blaterato abbastanza. Buon 2014 Dudes e date il vostro, apprezzato input, nei commenti. Poi se vi va ricordatevi di condividere i vostri post preferiti; sembra una piccola cosa ma aiuta molto la diffusione della nostra amata religione.

 

Birra a fiumi Dudes!

 

Arriva il Natale! Prendila con Calma!

 

Che figata, è arrivato il Natale un’altra volta.

 

Per me cari colleghi non c’è giorno migliore dell’anno, sarà perchè dentro sono rimasto un bambino ma mi frega niente di quello che pensano gli altri, a me va bene così. In fin dei conti è uno dei giorni in cui è più facile sentirsi felici con poco o niente.

 

E poi mi piacciono le decorazioni, gli alberi di Natale e tutto il resto.

 

Adoro lo spirito natalizio, lo trovo molto dude perchè si tende a sentirsi più buoni e a vedere tutti come colleghi se non amici. Un brindisi qui, un brindisi là per giorni, che altro si può desiderare di più?

 

Certo, i tempi sono difficili e chi è al governo non fa altro che cacciare balle per tener buona la gente. Non so voi ma io grazie a loro sono ogni anno più povero mentre per loro mi sembra che sia sempre tutto ostriche e champagne. Che tanto paghiamo noi.

 

Noi invece pippette e gazzosa perchè tanto possiamo permetterci. E certo il prossimo anno non andrà meglio. Questi cavolo di sette anni di vacche magre stanno diventando quattordici; spero almeno che altrettanto duri il vento in poppa per noi. Sennò, bè, si farà quel che si può.

 

Comunque, anche se i soldi sono pochi e i Nichilisti con i loro colleghi Reazionari comandano praticamente ovunque almeno per le feste mandateli a farsi un giro e focalizziamoci su quello che è veramente importante.

 

Amici, famiglia e stare in compagnia piacevolmente. Ci si può ben prendere una pausa dal mondo dei nichilisti e far finta che almeno fino alla Befana vada tutto bene. Anche perchè tanto non è che ci si possa fare chissà che, sennò lo si farebbe già no?

 

Quindi collega, per quanto ti tirino tazze in fronte i malefici nemici del Dudeismo tu fregatene, adeguati e prendila con calma per un pò. Stai in famiglia, cerca di divertirti più che puoi ovviamente senza scassare gli zebedei al prossimo e ricarica le energie.

 

Perchè il saggio si riposa prima di stancarsi, è per quello che è saggio così non è mai stanco. E un dude è saggio.

 

Visto che la fine dell’anno si avvicina vorrei anche ringraziare in modo particolare tutti i colleghi che si sbattono per diffondere la parola del Dude e i miei post su Facebook, Twitter e quant’altro. Grazie dell’aiuto Dudes.

 

Bè, per quest’anno è finita, ci si vede il prossimo! Perchè io ci sarò ancora, sempre a cercare di diffondere la parola del Dude meglio che posso, spero ci sarete ancora pure voi a darmi una mano. Perchè da soli si fa poco.

 

Buon Natale e Felice Anno Nuovo Colleghi!!!!!!!!

 

Salute!

 

Birra, Quanto ti Adoro

 

Oggi cavoleggiando un pò qui ed un pò lì ho trovato alcune infografiche interessanti che riguardano la nostra sacra bevanda e che dimostrano al di là di ogni ragionevole dubbio che forse la birra non ti farà campare cent’anni ma di sicuro ha un sacco di effetti positivi, sulla salute e suule nostre povere menti martoriate da troppi input e output.

 

Tant’è che noi Dudeisti cerchiamo di avere uno stretto regime di apprezzamento della sacra bevanda. Giornaliero quando si può.

 

Chiaramente qui si parla della birra artigianale o semi artigianale ma molte caratteristiche positive si trovano anche nelle birre del supermercato a buon prezzo. Io di solito mi arrangio con quella di una nota catena di discount perchè pur costando poco rispetta la Legge della Purezza Bavarese o Legge della Birra Tedesca.

 

Per chi non lo sa tale legge è una delle più importanti del mondo perchè prevede che le birre fatte seguendo le direttive possano essere create esclusivamente con orzo, luppolo e acqua. Quanto di più naturale e sano si può avere, niente schifezze chimiche dentro, solo pura beatitudine. Forti i Bavaresi eh? Non gli basta l’Oktoberfest. Gente favolosa. Gente che di birra se ne intende. Bisognerebbe fare un gemellaggio.

 

Ad ogni modo ho trovato appunto alcune infografiche, purtroppo sono in Inglese e tradurle tutte sarebbe veramente stancante e mi toccherebbe pure chiedere il permesso quindi sono inserite qui come sono. Spero che vi piacciano.

 

Ovviamente bevi responsabilmente dude ma se sei maggiorenne e sei sparapanzato sul divano di casa fai come ti pare. Rimembra però che anche le cose buone se si esagera fanno male.

 

Due consigli sul bere birra:

 

  1. Se non lo tieni non berlo.
  2. Mai mescolare.
  3. In ogni caso non rompere gli zebedei al prossimo.

 

Ecco le infografiche sulla birra. Cavolo quanto mi piace.

 

Beer and Your Body - Health Benefits of Beer

Explore more infographics like this one on the web’s largest information design community – Visually.

 

 

Interesting Facts About Beer

Explore more infographics like this one on the web’s largest information design community – Visually.

29 interesting facts of beer
Explore more infographics like this one on the web’s largest information design community – Visually.

 


What Your Beer Says About You

Explore more infographics like this one on the web’s largest information design community – Visually.

Your Brain on Beer vs. Coffee
Explore more infographics like this one on the web’s largest information design community – Visually.

 

Favolose no? E parecchio interessanti secondo me. Dimostrano la nostra idea che la birra è appunto una sacra bevanda e che quindi da bravi religiosi è nostro “dovere” apprezzarla. L’ultima in particolare mi piace perchè mi sa molto di Yin e Yang, birra e caffè. Ha senso no?

 

Dude, che ne dici? Io sbavo per la Guinness alla spina, e tu?

 

 

E No! La Sacra Bevanda del Dudeismo No!

 

Salva la Birra Dude! La nostra sacra bevanda.

 

Ci sono delle volte in cui bisogna tirare una linea sulla sabbia. E’ stancante ma non si può essere sempre remissivi. Viviamo in un paese/mondo in cui sembra che le persone servano solo a mantenere i privilegi di chi comanda come degli schiavi obbedienti e nel nostro caso specifico ci sono tasse su tasse solo per mantenere la casta al comando. Un Dude assorbe il colpo e cerca di andare avanti meglio che può però adesso dopo IMU, Tares, Iva e quant’altro vogliono pure aumentare le accise sulla birra, la nostra sacra bevanda. E no cavolo, già magari non ce la si può più permettere tutti i giorni ma di questo passo toccherà tornare a dissetarci con la semplice acqua. E non va bene.

 

Secondo il sito Salva la tua birra già adesso un sorso ogni tre se lo beve lo stato, che magari andrebbe anche bene se almeno lo chiedesse gentilmente e desse qualcosa di utile in cambio, ma pare che se aumentano le accise diventerà quasi un sorso ogni due. Mi pare si stia esagerando. Cavolo neanche quando il Vaticano governava l’Italia c’era questa fame infinita e gargantuesca di soldi. E nemmeno quando comandavano gli Austriaci. E pensare che la nostra sacra bevanda più che una piacevolezza alcolica è in realtà un alimento, salutare pure.

 

Dai, siamo arrivati al ridicolo. Se ogni giorno spendi 10 euro se per sfortuna compri da fumare, benzina o birra/alcolici la metà o più sono tasse, robe dell’altro mondo. E poi quelle belle persone che si portano a casa, spesso senza fare una cippa di utile, svariate decine di migliaia di euro al mese di soldi nostri ci dicono che c’è la crisi e bisogna fare sacrifici; peccato che i sacrifici siano i nostri mentre loro continuano a fare la bella vita. Anzi, direi che i sacrifici sono i nostri affinchè loro possano fare la bella vita. C’è un perchè se i politici vivono fino a cent’anni e il minatore che li mantiene schiatta prima.

 

Io veramente mi sono rotto le scatole.

 

Quindi Dude, se anche tu ti senti indignato che lo stato voglia aumentare le accise sulla birra, la sacra bevanda del Dudeismo, vai sul sito Salva la Birra e firma la petizione. Certo, probabilmente non servirà a nulla che niente ferma la fame di quelli che girano con le mogli trofeo però almeno potrai andare a dormire sapendo che ci hai provato. Dillo anche ai tuoi amici perchè non è accettabile di vivere in un paese dove si vive solo per pagare tasse anche sull’aria che si respira. E per mantenere una casta di privilegiati per giunta.

 

Già ci rimane poco o niente, almeno proviamo a salvare la nostra sacra bevanda. Si può magari rinunciare causa prezzo ad un White Russian, ma alla birra proprio no, almeno una ogni tanto.

 

No, non è giusto. Dai Dude, Salva la Birra!

 

Ola Dudes! Niente di Nuovo ha visto la Luce?

 

Cari colleghi, come va?

 

A me sempre uguale ma non si può sempre vedere il bicchiere quasi vuoto no? No, bisogna anche saper dire Fan**** e andiamo al bowling. Tempi difficili quelli in cui stiamo vivendo, il Nichilismo è ovunque e se gli uomini sulla sedia a rotelle che stanno nelle stanze dei bottoni continueranno di questo passo andrà a finire che voleranno palle da bowling, o sanpietrini. Le regole dell universo sono sempre quelle ma chi comanda pensa sempre che per lui non valgano, la solita dannata natura umana.

 

Se uno non ha da mangiare e non può permettersi un pò di sano divertimento è ovvio che va sotto pressione, magari ha pure un capo che gli trita le scatole o un compagno, o compagna, trita-zebedei. La pressione sale e poi si fanno cavolate. Si potrebbe chiamarla la regola della pentola a pressione, se la pressione non esce si fa bum.

 

E ce n’è di gente che dà di testa di questi tempi no? Basta fare un giro per le strade e si rischia di vedere una rissa per una precedenza non data o per un parcheggio fregato, assurdo dal punto di vista Dudeista ma tragica realtà.

 

Io penso che sarebbe il caso almeno per noi colleghi di ridurre lo stress e passare alla pratica di cerimonie religiose condivise cioè GRIGLIA!

 

Parlare via rete è favoloso ma niente paragonato al trovarsi insieme per davvero. Ovvio, farlo tutti insieme è complicato e viaggiare per molti è costoso ma se in ogni città ci fosse un punto di ritrovo per Dudes non sarebbe da segnare 8? Un posto dove andare per stare in compagnia di altri colleghi e scambiare idee, alleviare la tensione e passare un pò di tempo piacevolmente? Un posto che appunto serva da valvola di sfogo della pentola a pressione che è vivere adesso? Io credo che non sarebbe niente male.

 

Una pista da bowling, una birreria o qualcosa di simile. Oppure se uno magari vuole anche raccogliere un pò di conchiglie, che mi sembra corretto se uno si sbatte per organizzare qualcosa, e ha spazio disponibile da qualche parte può appunto organizzare una griglia settimanale. Anzi, forse è la soluzione migliore invece di andare in locali dove non puoi fare come ti pare. E se non c’è il posto un’altra soluzione, in caso di bel tempo, potrebbe essere una di quelle aree libere organizzate per ospitare picnic che di solito sono anche già predisposte per una bella griglia.

 

Immagina man, aria pulita, birra fresca, hamburger o altro appena cotti, gente interessante e relax totale. Dai, non dirmi che non è favoloso. Ovvio che bisognerebbe dare un contributo che specie di questi tempi mica si può fare beneficenza però spendere 10 conchiglie per griglia e birra non sarebbe mica tanto male no? Senza contare che stare in compagnia di colleghi Dudes è senza prezzo.

 

Onde evitare l’infiltrarsi di Nichilisti forse la cosa migliore sarebbe organizzare il tutto come associazione religiosa in forma orale così il servizio religioso è riservato ai soci. E magari un domani se mai riuscirò a raccogliere le conchiglie necessarie il tutto diventerà ufficiale con tanto di tessere e quant’altro.

 

Secondo me il giorno migliore è il sabato: la mattina si può disquisire allegramente sul Dudeismo o il Taoismo o quant’altro, poi si prepara la griglia e si dà inizio alla bisboccia antistress.

 

Quindi, visto che è anche bella stagione, insomma mica tanto, se qualcuno è interessato ad organizzare una griglia settimanale per stare insieme con i colleghi e magari raccogliere offerte per i Dudes bisognosi mi mandi due righe che sto preparando una pagina al riguardo. Luogo, ora e recapito del Prete Dudeista organizzatore. Recapito che per privacy e tranquillità può essere un account email o Twitter aperto apposta.

 

Quindi Dude ora tocca a te. A proposito accetto anche suggerimenti per come chiamare gli incontri settimanali, Raduni Dudes mi pare scontato, altre idee?

 

Enhanced by Zemanta

Che si fa Dude? Dove si Va?

Collega, secondo la tua autorevole opinione dove dovrebbe andare il Dudeismo? Come si dovrebbe procedere? Che sentiero è meglio prendere? Ci pensi mai Dude? Io sì, spesso. Restiamo una specie di internet club o entriamo “seriamente” nel mondo reale? Puntiamo a far riconoscere un domani il Dudeismo come religione al pari delle altre o lasciamo le cose come stanno? Fondiamo il Lebowski Party e ci buttiamo nell’arena della politica per cercare di cambiare le cose o andiamo avanti così che va bene? Ognuno pratica come gli pare o puntiamo ad aprire circoli dudeisti in ogni città italiana? Nessuna di quelle sopra o tutte quante un pò alla volta?

 

Cosa vorresti che fosse il Dudeismo? A parte quello che penserebbe the Dude, che comunque non dimentichiamo in gioventù aveva fatto parte dei Seattle Seven e partecipato alla stesura della bozza originale. Cosa facciamo? Continuiamo così con me e qualche altro collega che di quando in quando pubblichiamo i nostri vaneggiamenti o facciamo qualcosa di diverso e puntiamo ad entrare nei pesi massimi? Per quanto mi sia assunto il compito di diffondere il Dudeismo credo che decidere quali saranno le prossime mosse sia cosa che richieda gli input di tutti voi perchè da solo non vado da nessuna parte e sapere cosa ne pensate mi può aiutare a svolgere meglio il mio modesto incarico. Non ha senso che mi sbatta per far riconoscere il Dudeismo quando magari sono l’unico interessato a farlo, o sarei l’unico socio del Circolo Religioso Privato Lebowski.

 

Ovvio, fare qualcosa di più richiede maggiore impegno e soprattutto denaro. Creare un’associazione è gratis ma registrarla costa intorno a 200 euro mentre passare via notaio intorno ai 2000. Ovvio, c’è tempo, ma ce n’è veramente? Io vorrei che il Dudeismo potesse veramente aiutare i colleghi a vivere meglio praticamente la propria vita. Per esempio fornire attraverso circoli servizi e beni ai colleghi a prezzi inferiori a quelli di mercato mi farebbe sentire proprio bene. Organizzare la Chiesa in modo che i Preti Dudeisti possano ricevere offerte per l’assistenza spirituale fornita ai simpatizzanti pure. Oppure organizzare corsi per vivere con meno stress e quant’altro. Cavolo la crisi economica ci sta strangolando tutti e durerà ancora anni, se non si trova un modo per smorzarne gli effetti sarà ancora più difficile tirare avanti.

 

Allora Dude, quali sono i tuoi input? E per favore lascia due righe sennò chi ci legge pensa che io sia un pirla che parla da solo.

 

N. B. Dude causa scimmia ho reintrodotto gli annunci pubblicitari, non dovrebbero dare tanto fastidio ma gradirei la tua opinione. Se per caso vedi annunci nichilisti o reazionari mandami due righe e vedo di toglierli. Porta pazienza ma è un pò dura andare avanti senza uno straccio di lavoro.

 

N. B. B. Vorrei organizzare una DudeFest di un giorno da qualche parte, un bowling sarebbe niente male ma vanno bene anche altre soluzioni, se hai idea di qualcuno che potrebbe essere disponibile mandami due righe. Idee, input e quant’altro sempre graditi. Nel 2013 la DudeFest si farà, anche a costo di essere l’unico ad andarci, penso ad Aprile o Maggio.

 

Bene, tutto qui e se non mi vengono idee per un altro post, Buone Feste Dude! Monti permettendo.

 

Quando il Dudeismo Diventa una Scusa

Bike Surfer Dude
Bike Surfer Dude (Photo credit: Wikipedia)

Non è un post adatto a quelli che si stanno avvicinando al Dudeismo forse, perché con questo potrebbero fraintendere l’intera religione.
Ma spesso ho la sensazione che la gente si arrenda, che passi da voglio fare quel che voglio, a non riesco a fare ancora quel che voglio a ma sì dai che me ne importa, prendiamola con calma, non ci pensiamo a quel che voglio.

 
Credo veramente che il forte nel Dudeismo sia prendere alla leggera tutto ciò che non ci interessa, tutto ciò che crediamo sia negativo al nostro io, credo che ognuno di noi abbia dei desideri e credo che trasformare i nostri obiettivi troppo difficili in motivo di stress e quindi motivo di cui non interessarsi sia sbagliato. Penso che tutti nella vita abbiamo avuto i nostri traguardi da raggiungere, quali abbiamo passato e quali no non è importante dato che sono passati. Stare a reprimersi (o deprimersi) per questo sarebbe davvero una cosa inutile e quindi direi “take it easy dude!“.

 

Ma la vita penso sia fatta anche di sofferenza, dobbiamo solo distinguere il dolore per ottenere davvero quello che vogliamo e il dolore per non ottenere nulla o per ottenere quello che non consideriamo importante.

Con questo non intendo dire che non possiamo cambiare obiettivi, dobbiamo solo valutare attentamente se ci stiamo arrendendo o se stiamo cambiando opinione. Perché a volte cambiare opinione conviene molto di più. A volte non interessarsi è molto più facile. Il mio è un semplice avvertimento, state attenti, state attenti a quello che davvero vi interessa a quello che vorreste fare o diventare, perché non credo esista un desiderio che non richieda dolore o sacrifici o fatica, cambia solo il modo in cui puoi affrontare la cosa.

 

Affrontala da dude, non so se è il migliore dei modi, chi sono per dirlo, dovrei averli provati tutti. Però vi assicuro che è un modo, è un modo come quello di affrontare il problema con grande frustrazione, perdendo la calma, pensare al problema e pensare al fatto di doverlo affrontare e allo stesso tempo non fare nulla.

 

Che lo vogliate o no il problema lo affronterete in qualche modo, è una scelta obbligata, anche non affrontarlo è una scelta, ma non credo sia la scelta di un dude, credo che un buon dude non decida di non affrontare i problemi (quelli che gli interessano), credo che un buon dude affronti i problemi evitando il più possibile di sentirsi male dentro. Se non affronti nessun problema non pratichi il Dudeismo ma diventi nichilista, non può non contare niente per te, decidi solo tu cosa conta, ma ricordati di lottare per il tuo credo. Lotta come farebbe un dude, facendo e facendoti il meno male possibile.

 
CI tenevo a sottolineare questa differenza.

 

Rev. Andrea Geb

 

Enhanced by Zemanta

La Luce Fuori dal Tunnel

 

Come va Dude? Con i Nichilisti e quelli come Brandt che sciamano dappertutto come mosche sulla m***a e con l’aiuto dei Veri Reazionari che li proteggono la situazione non è proprio favolosa no? Poi adesso che si sono accorti che nonostante il Salvatore d’Italia abbiamo un rapporto PIL/debito pubblico inferiore solo alla Grecia sai quante nuove tasse arriveranno? O aumenti di quelle che ci sono già? E tagli di servizi utili lasciando intatti quelli inutili?

 

Bè Dude, è già successo che la situazione fosse così marrone e ancora succederà così come tra un pò succederà che si uscirà dal tunnel e almeno per un pò si starà meglio. Sono i cicli della vita che tornano sempre, diversi ma uguali, differenti ma simili. Siamo già stati governati in modo simile, dall’antico senato romano, la Chiesa, Napoleone, l’Impero Austro-Ungarico (anche se sembra che sotto gli Austriaci si stesse parecchio bene, anche meglio di adesso) e via così. Poi è passata.

 

Adesso è chiaro a tutti che a livello mondiale si vuole in molti paesi cancellare anni di conquiste libertarie e tornare ai servi della gleba, con l’IPad e l’IPod ma servi comunque. E’ come la tela di un ragno che si sta stringendo attorno a noi, ovunque e in infiniti modi. Sbaglierò ma sembra che si sia creato una specie di Nuovo Impero Economico di cui non si conosce l’Imperatore ma si vedono quelli come Brandt, i leccapiedi ossequiosi, i Nichilisti che non credono a niente ma vogliono solo il denaro e i veri reazionari come lo sceriffo di Malibù sempre pronti ad intervenire quando il potere, e non la democrazia o i buoni, è in pericolo. Tipo la storia di Robin Hood insomma.

 

Però Dude non abbatterti, tieni duro e non farti trasformare in qualcosa che non sei, non diventare come vogliono loro. Adotta un basso profilo, fingi di adeguarti e aspetta che torni la luce in fondo al tunnel. E’ lì anche se da dove ti trovi non riesci a vederla. Ci sono periodi in cui c’è più luce come d’estate e periodi in cui c’è più tenebra come d’inverno; e poi ci sono quelli dove le due forze contrapposte sono più o meno in equilibrio, tipo autunno e primavera. A volte c’è solo Hitler, a volte c’è solo Madre Teresa di Calcutta, a volte ci sono tutti e due.

 

Chiaro, con la difficoltà dei giorni nostri a sfamare la scimmia quando ti portano via metà o più banane direttamente dall’albero e quando arrivi è rimasto poco o niente è difficile prendere la vita con calma. Però magari ti guardi attorno e vedi un albero di mele, o di pere, che forse non sono stati già predati dai Nichilisti. O magari vedi che cambiando punto di vista per un pò puoi sopravvivere mangiando meno banane o usandole in modo diverso. Madre Natura tende sempre all’equilibrio e all’armonia e anche se a qualcuno piace pensare che il sole sorga o scenda a seconda di come pare a loro non è vero un picchio. Madre Natura se ne sbatte di quelli a cui piace giocare a fare Dio.

 

Pensa al tuo orto, perchè ce l’hai un piccolo orticello da sopravvivenza no Dude? Tu semini ogni anno la stessa verdura nello stesso posto e arrivi ad un punto, se non fai il pirla e bombi tutto di schifezze chimiche, che non ti ci cresce più niente. Per non parlare delle erbacce che ci crescono continuamente. Tu hai un’idea ma Madre Natura ha la sua. Se in un bosco ci sono troppi caprioli si mangiano tutto e poi muoiono di fame, se ci sono troppi lupi si magnano tutti i caprioli, i caprioli scompaiono, la vegetazione cresce senza controllo e i lupi muoiono di fame. Madre Natura tende a stare al centro del sacro Tao, là dove non c’è solo Yin o solo Yang ma la giusta armonia di entrambi.

 

Quindi Dude qualcosa capiterà che riporterà le cose in equilibrio, bisogna solo aspettare e tenere duro. Certo se ci vorranno ancora anni non è così semplice ma puoi sempre fare quello che i tuoi genitori hanno fatto; no, non trovarti un lavoro che a parte le chiacchiere non ce n’è mica tanto in giro soprattutto se hai più di 35 anni, ma questo chi sta la Welfare non lo sa. Puoi emigrare e trovarti un paese che sia gestito veramente democraticamente e dove i diritti fondamentali sono rispettati oppure magari potresti valutare l’idea di mantenere la scimmia come Prete Dudeista mostrando ai simpatizzanti la Via del Dude. In fin dei conti se sei un Prete Dudeista non è altro che il modesto incarico che ti sei scelto no?

 

Anche se il Dudeismo non è una religione riconosciuta comunque sei un religioso e puoi ricevere offerte per la tua assistenza spirituale; mica solo conchiglie però magari ti offfrono una birra o due o un paio di hamburger, magari buoni come quelli dell’In-N-Out Burger, tutti soldi risparmiati Dude.

 

Tieni duro Dude, la luce è lì e come diceva il Corvo non può piovere per sempre. La speranza e la fiducia nelle regole dell’universo sono fondamentali.